Alessandro Spocci


E ALLA FINE HO DECISO DI SOGNARE


Lui è in cerca di qualcosa di perfetto; lei è perfetta. Il sesso, la novità, il giusto e la paura, visti dagli occhi di Federico Finetti, un trentenne ancora lontano dalla sua maturità. Ambientato nella splendida cornice di Cannes, E alla fine ho deciso di sognare è un rock leggero, una storia che ne racchiude in sé molte, un bicchiere di buon whisky da bere rigorosamente soli.

A rendere interessante l’opera di Alessandro è la presenza di più livelli di narrazione e di lettura: tutto il romanzo viaggia su un doppio binario, quello del vero amore e quello del sentimento ancora immaturo dettato dalla passione. Le tre narrazioni parallele passano attraverso gli occhi di Federico, protagonista del libro, che, trovando Mantova stretta, parte per Cannes, per lavorare come giornalista. In Francia intreccerà diverse relazioni: di una ragazza conoscerà solo gli aspetti peggiori, di un’altra si invaghirà, pur restando sempre in un rapporto conflittuale, o forse superficiale, con la figura femminile, verso la quale gli uomini delineati nei libri di Spocci cercano di mostrarsi distaccati indifferenti, celando però emozioni più forti. Altri temi si vanno a contrapporre nel fluire delle pagine, quello dell’insoddisfacente luogo d’origine in contrasto con la meta sconosciuta, le vere dinamiche del lavoro contrapposte ai sogni sul futuro.

ALESSANDRO SPOCCI è nato nel 1988 a Mantova, dove vive e lavora. Due anni dopo la maturità classica, esordisce con Vita vitae (Albatros, 2009), a cui sono seguiti Nonostante tutto (Sacco Editore, 2011) ed Eroe (EEE-Book, 2012), di cui è da poco uscito il seguito (sempre edito da EEE, 2015).


Genere Narrativa
Sottogenere Romanzo
Pagine 250
Formato cm 21x15, rilegato in brossura
Anno di edizione 2014
ISBN 9788898662159
romanzo Amore giovani

Prezzo

15,00 €


Titoli del momento

LE LAME PORPORA

Narrativa


Prezzo 15,00

BLU IMPERFETTO

Narrativa


Prezzo 14,00

Minimalia

Narrativa


Prezzo 12,00

DRESS THERAPY

Moda


Prezzo 14,00