GIORGIO SAGGIANI


DI FIGLIO IN PADRE


Scrivere dei rapporti tra figlio e genitore credo sia, da un lato, un’operazione letteraria tra le più praticate dagli scrittori, e forse tra le più affascinanti, ma anche una delle più pericolose perché è facile cadere, nelle dinamiche narrative, in cliché triti e ritriti e in confronti sterili o ripetitivi. Per non parlare poi delle implicazioni psicologiche che, a bizzeffe, si possono estrinsecare nello sviluppo di un rapporto che è necessariamente viscerale, competitivo e di dipendenza come pochi altri. Da parte mia, debbo ammettere di essere stato notevolmente agevolato, nella mia “ricerca”, da una circostanza non certo usuale poiché ho avuto la fortuna di godere di una situazione imprevista. In età matura, infatti, sono stato messo di fronte alla possibilità di poter rimettere in discussione, e sicuramente completare, attraverso lettere, documenti originali, fotografie gelosamente conservate da mia madre per più di cinquanta anni, la vita e la personalità di mio padre nei sedici anni precedenti la mia nascita. Da questi documenti esce uno squarcio assolutamente illuminante, sia da un punto di vista psicologico personale che da un punto di vista “storico” in ogni accezione del termine che di certo rivela di lui aspetti nuovi e persino sconvolgenti della sua personalità.

Giorgio Saggiani è nato nel 1947 a Mantova. Laureato in Materie Letterarie, per più di trent’anni ha insegnato Italiano e Storia nelle scuole superiori e dal 1997 al 2005 è stato presidente del Consiglio Comunale della sua città. Ha pubblicato romanzi e raccolte di poesie, tra cui si ricordano: Il lieve e il greve (Publi Paolini 2012), Primo premio della Giuria al Concorso “Città di Murex”, Firenze 2014; Dal crepuscolo (Sometti 2013), Premio della Giuria al Concorso “Cinque Terre – Golfo dei Poeti”, Aulla 2014; Urla senza voce (Publi Paolini 2016), Primo premio per la sezione poesia del “Rive-Gauche Festival”, Firenze 2017; Notturno tempo (Sometti 2019), Premio Speciale “Il Giglio”, “Rive-Gauche Festival”, Firenze 2019. Si segnala che nel 2018, presso il medesimo festival gli è stato assegnato il Premio Speciale del Presidente “alla carriera in qualità di poeta e scrittore”. Per Il Rio ha pubblicato la raccolta di poesie Il tempo dei muri imperfetti (2021), vincitore del 1° premio assoluto di “Firenze in letteratura”. Dal 2010 al 2020 è stato priore della Compagnia del Preziosissimo Sangue di Gesù Cristo in Mantova, divenendo in seguito priore emerito.


Genere Narrativa
Sottogenere Romanzo
Pagine 180
Formato 14,8x21 Brossura con alette
Anno di edizione 2022
ISBN 9791259890603
Mantova famiglia padre Fascismo

Prezzo

15,00 €


Titoli del momento

CEILINGS 2020/2021

Cataloghi d'arte


Prezzo 20,00

VOCI DALL’ARGINE

Narrativa


Prezzo 14,00

ARIA FRESCA DI NOVEMBRE

Narrativa


Prezzo 14,00

DI FIGLIO IN PADRE

Narrativa


Prezzo 15,00

E FU COSÌ

Narrativa


Prezzo 18,00

ANGELI, MIRRA, ROCK & ROLL

Narrativa


Prezzo 18,00