Antonio Maurizio Cirigliano


IL MORO
Mario Moretti, il matematico volante


Moretti, che ha lasciato un’impronta nella storia del paracadutismo mantovano, ricorda la figura mitologica di Dedalo, istruttore di volo, razionale nel momento del lancio, ma anche nell’accertarsi che l’attrezzatura sia in sicurezza prima di scendere dal cielo verso terra. A uno sguardo superficiale si potrebbe pensare che invece Moretti richiami la figura di Icaro per la sua temerarietà. Ma così non è, perché egli non si faceva prendere dall’euforia del volo. Il “Moro” (così veniva chiamato dagli amici) era spericolato, come vedremo, ma lucido calcolatore, fino all’ultimo lancio. Tutto misurato, insomma. E in questo lo aiutava la sua mente matematica che gli permise di salvarsi in diverse occasioni.

ANTONIO MAURIZIO CIRIGLIANO, laureato in Filosofia all’Università di Bari, insegna e vive a Mantova, città in cui è direttore, dal 2015, del Caffè Letterario, esperienza da cui sono nati nel 2018 i Quaderni del Caffè. Come giornalista pubblicista ha collaborato con “Il Resto del Carlino”, la “Voce di Mantova” e “La nuova cronaca di Mantova”. Attualmente scrive per la “La Cittadella”, supplemento di “Avvenire”. Ha pubblicato le sillogi poetiche Stella del Mare Foto attimi (Gabrieli Editore), i racconti Piccole storie della grande Mantova (Il Cartiglio Mantovano), le raccolte di racconti Muri Stranieri, entrambe per Universitas Studiorum, per i cui tipi è uscita l’antologia Quando scoppiò la pace che contiene il suo racconto L’ultimo radioso 25 aprile. Per Il Rio ha pubblicato il racconto Cogito ergo amo e le raccolte di poesie Respiro Profondo Calancheide.


Genere Saggistica
Sottogenere Biografia
Pagine 72
Formato 15x21, brossura con alette
Anno di edizione 2020
ISBN 978-88-32293-23-4
Matematica Seconda Guerra Mondiale Paracadutismo

Prezzo

10,00 €